News

Giganti del Cielo

Ancora una serata magica all’osservatorio astronomico di Carpineto Romano. I giganti del cielo (Giove e Saturno) si sono mostrati nella loro magnificenza ai telescopi dell’associazione. Bambini e famiglie entusiaste nel guardare attraverso il telescopio pianeti e Luna.

Giganti del Cielo II edizione

Anche quest’anno presso l’osservatorio astronomico di Carpineto Romano si terrà il nostro evento “Giganti del Cielo”

La novità di quest’anno è il fatto che la manifestazione fa parte anche dell’evento nazionale “Occhi su Saturno”, infatti uno dei tre telescopi sarà puntato sempre su Saturno per tutta la durata della manifestazione.

Non solo visione al telescopio, ma anche la volta celeste ad occhio nudo con i nostri esperti che ci illustreranno le costellazioni e quello che significavano nella mitologia.

Dalle ore 21 vi aspettiamo insieme ai giganti Giove e Saturno e la nostra compagna di viaggio la Luna

 

Arrivato il nuovo telescopio

Arrivato il nuovo telescopio Newton 300 f4

Fatte le prime prove di installazione e collimazione nell’osservatorio astronomico del gruppo astrofili “La via delle Stelle” di Montelanico 

Osservatorio astronomico Montelanico

Quasi terminata la costruzione del nuovo osservatorio astronomico del Gruppo astrofili “La via delle Stelle”

Un telescopio, una cupola e mezzi digitali per riprendere il cielo. Il nuovo osservatorio astronomico del gruppo astrofili “La via delle Stelle” è pronto per l’attività di divulgazione dell’astronomia.Situato nel cuore dei Monti Lepini, in zona Ara della Pace a Montelanico (Rm)  rappresenta un ottimo compromesso fra agibilità e lontananza dalle luci urbane, per una visione ottimale del cielo. L’osservatorio che protegge il telescopio newton da 30 cm è in vetroresina del diametro di tre metri. L’orientamento della cupola su cielo è possibile grazie a un anello rotante posto alla base che, azionato da una motorizzazione controllata elettronicamente, permette di sincronizzare la finestra di osservazione, con la posizione del telescopio sul cielo.Spettacolari immagini di Sole, Luna, pianeti, e galassie, inoltre, potranno essere trasmesse in tempo reale su di uno schermo posizionato all’esterno durante particolari eventi.

Un cratere sulla superficie della Luna, i satelliti galileiani di Giove, l’affascinante pianeta Saturno con i sui anelli, fino all’immensità di una galassia. Sono questi gli spettacoli che si ripetono ogni notte sopra le nostre teste, ma che sono impossibili da cogliere a occhio nudo.
Osservare la volta celeste da un punto privilegiato regala sempre un’esperienza indimenticabile, uno spettacolo che non ha rivali.

 

Astronomia: scoperta una nuova pulsar

Si prevede che una pulsar millisecondo non giochi solo un ruolo importante per comprendere l’evoluzione delle stelle di neutroni, ma che possa essere utilizzata anche per rilevare onde gravitazionali a bassa frequenza. 

Una Pulsar millisecondo (MSP) è una pulsar con un periodo rotazionale compreso tra 1 e 10 millisecondi. Può essere visibile nella porzione dello spettro in microonde o nei raggi X. L’origine dellepulsar millisecondo è per certi versi misteriosa.

Fonte: Meteoweb – Wikipedia

Eclissi di Luna 31 Gennaio 2018

 

Il prossimo 31 Gennaio 2018 oltre ad esserci la seconda Luna piena del mese, si verificherà anche una eclissi di Luna totale purtroppo non visibile dall’Italia.

L’eclissi sarà visibile dall’altra parte del mondo, ma potremmo gustarci comunque una superluna piena (Luna Blu) trovandosi al perigeo (il punto dell’orbita più vicino alla terra) 

La Luna non sarà affatto di colore blu come viene riportato da molti, ma sarà come sempre, soltanto che essendo più vicina la vedremo più grande e luminosa.

Perchè Luna Blu?

Questo termine deriva dall’inglese “once in a blue moon”, che significa qualcosa che accade molto di rado. Il fenomeno infatti prevede che vi siano 2 lune piene nello stesso mese, come avviene appunto in questo gennaio 2018, mentre a febbraio non ci sarà nessuna Luna piena.

Ma potremmo rifarci in estate e più precisamente il 27 Luglio 2018 quando ci sarà una seconda eclissi di Luna visibile totalmente dall’Italia

 

 

 

Cena Sociale

Il meraviglioso scenario del convento dei Cappuccini di Segni ospiterà la cena sociale del gruppo astrofili

“La via delle Stelle”, che si terrà Venerdì 15 Dicembre dalle ore 19 in via dei Cappuccini.

Durante la serata sarà possibile l’osservazione del cielo con i telescopi messi a disposizione da alcuni componenti del gruppo.

Si raccomanda la prenotazione entro e non oltre Domenica 10 dicembre 

Per info e prenotazione chiamare il numero tel. 3453409607 oppure inviare un messaggio sulla nostra pagina Facebook

Persi Nox

Nottata osservativa delle stelle cadenti e di altre meraviglie del cielo.


La notte delle STELLE CADENTI

Seguiamo le stelle cadenti in una notte senza fine

Alla scoperta del cielo con telescopi e binocoli, la mitologia delle costellazioni che ci accompagneranno durante la notte. 

Vi aspettiamo a Pian della Faggeta (Carpineto Romano – Rm) dalle ore 20.00 presso la zona denominata Pozzo Comune

Nello spazio con Nespoli

Nello Spazio con Nespoli, ecco gli esperimenti di Vita/ Perseo

Medicina e tecnologia, biologia e fisica. Sono 13 gli esperimenti di matrice italiana di cui si occuperà l’astronauta Paolo Nespoli durante la missione Vita sulla Stazione Spaziale Internazionale.

I loro risultati contribuiranno alle cure per numerose patologie, aumenteranno la nostra conoscenza dello Spazio e saranno utili a preparare le missioni di lunga durata del futuro, a partire da quella dell’Uomo su Marte.

L’Agenzia DIRE li racconterà, uno per uno, con interviste ai responsabili e visite ai laboratori in cui sono nati.

L’esperimento di cui ci occupiamo questa settimana è Perseo.

L’obiettivo è costruire un’armatura spaziale in grado di difendere gli astronauti dalle radiazioni cosmiche. In questa fase embrionale del progetto la protezione è affidata a una giacca piena di acqua. Paolo Nespoli la indosserà a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Tecnicamente, cosa dovrà fare Paolo Nespoli sulla Stazione Spaziale Internazionale?

“Nespoli dovrà verificare che il design della giacca sia ben fatto, che il prototipo che abbiamo costruito sia semplice da utilizzare in termini di praticità, in termini di riempimento dell’acqua dal dispenser di bordo, e che, una volta indossato, gli permetta di muoversi liberamente. Non deve sentirsi impedito nei movimenti. Dovrà svolgere attività molto semplici per verificare che ci sia libertà di movimento e che l’astronauta riesca ad adattarsi a questo aumenti di massa. Siamo in assenza di gravità, ma l’astronauta si fa carico della massa di 20 litri d’acqua, deve imparare a muoversi. Deve poi svuotare questa giacca. L’acqua non viene sprecata, ma viene re-impiegata per i sistemi di bordo. Resta comunque a disposizione”.

Fonte: dire.it – di Antonella Salini

Leggi l’articolo completo

Nello Spazio con Nespoli, ecco gli esperimenti di Vita/ Perseo